IL MONASTERO DELL’ABBAZIA DI TOLLA (1)

di Fausto Ferrari

Un breve cenno storico.

La fondazione del Monastero di Tolla.

L’epoca esatta della fondazione del Monastero di Val Tolla, non è stata finora stabilita con certezza dagli storici, pur essendo sicuramente collocata nel VII secolo. Secondo alcuni storici esso venne fondato nel 616, secondo altri, tra cui il Campi, la data della fondazione sarebbe da porsi nell’anno 680.

Nessuno di questi, tuttavia, è riuscito a basare su elementi certi la data della creazione del Monastero di Val Tolla.

Il primo documento che ne parla come di un monastero affermato e consistente risulta essere il Decreto di Re Ildeprando, nell’anno 744.

Noi, come associazione, riteniamo che, una compiuta trattazione storica delle vicende, delle quali il Monastero di Val Tolla fu protagonista, o parte, e che ebbero rilievo anche fuori dalla nostra Valle, richiederebbe l’acquisizione di altra documentazione e uno studio impegnativo. Attività alle quali i storici nostri associati, si stanno dedicando da tanto tempo, con esito più che positivo, tanto che, tramite nuovi documenti recuperati dal prof. Carzaniga negli Archivi di Stato di Piacenza e nell’Archivio di Castell’Arquato, già oggi pensiamo che sarebbe possibile ricostruire virtualmente l’antichissima Abbazia della Val di Tolla.

Entro l’anno 2004 pensiamo di uscire sui Quaderni della Valtolla, con un articolo di Angelo Carzaniga che conterrà, tra l’altro, gli estratti di molti documenti inediti riguardanti il Monastero dell’Abbazia di Tolla.

Il territorio del Monastero Val Tolla.

La sede dell’Abbazia.

Scriveva il Campi, nel 1651, che si fondò “…nel territorio e diocesi di Piacenza, l’antichissimo Monastero della Abbatia di Tolla, che sin al presente veggiamo, benché ridotto in commenda, ad onore del Salvator nostro eretto e del glorioso Apostolo Pietro, sotto la Regola e Ordine di San Benedetto…”, e “…fu altre volte molto insigne quella Abbatia di Tolla, mentre ebbe sotto di se e governò per più secoli, varie chiese e monasteri con titoli di priorati e alquante castella ancora nel Piacentino…” (Campi, II, pag.176).

piantina della chiesa del monastero

Scriveva il Poggiali, nel 1757, che si fondò “…l’antichissimo Monisterio e la Badia di Val Tolla nel Piacentino, sotto l’invocazione del nostro Divin Salvatore e del Principe degli Apostoli San Pietro, secondo l’istituto di San Benedetto…” e “…quella celebre Badia, oggidì ridotta poco meno che a nulla, oltre al temporale dominio sopra tutta la Val Tolla, ed altre terre e castella ebbe per più secoli sotto la sua giurisdizione parecchie chiese e monisteri nel Piacentino, con il titolo di Priorati…”. (Poggiali, II, 192).

Scriveva il Boccia, nel 1804: “…Pochi passi lungi dalla Chiesa del Monastero, si sono trovate molte vestigia di abitato e molte ossa umane. Un altro campo a sinistra della strada chiamasi “Campo del pozzo” perché ve ne era uno. Questa villa è impropriamente chiamata il monastero perché quattro secoli fa ve ne era uno dei monaci Benedettini, i quali erano padroni di tutta questa Valle.

Di questo sopracitato Monastero non si vede più alcun avanzo ai nostri giorni, fuorché una porzione nel campo ove era situato, il quale oggimai è stato asportato dalle lavine che divallavano nel menzionato Rio della Rocca, il quale scorre sulla destra in poca distanza della chiesa parrocchiale…”.

(1-continua)

Categorie: quaderni della valtolla, storia della valdarda, storia della valtolla | Tag: , , , | 5 commenti

Navigazione articolo

5 pensieri su “IL MONASTERO DELL’ABBAZIA DI TOLLA (1)

  1. è sempre un piacere vedere questi post

  2. L’Abbazia di Val Tolla

    Il Monastero di Morfasso dedicato ai santi Salvatore e Gallo venne fondato in epoca longobarda dai monaci dell’Abbazia di San Colombano di Bobbio, fu di regola “colombaniana” e probabilmente dipese da Bobbio fino al passaggio ai benedettini ed alla chiesa piacentina che lo elevò ad Abbazia.
    Venne fondato nella località di Monastero di Morfasso in Val Tolla, che assunse il nome dalla sua fondazione.
    Sotto la giurisdizione dell’Abbazia vi era un grande feudo difeso da diversi castelli, costruiti dopo il X secolo.
    Da essa dipese anche la Chiesa di San Colombano di Vernasca dedicata al santo patrono irlandese.

    Che il monastero di Tolla fosse di regola “colombaniana” è intuibile vista la non presenza in epoca longobarda dei benedettini nel nord Italia e la vicinanza a Bobbio, ma il passaggio diretto ai benedettini lo si è avuto ovunque in Europa ed in Italia nei monasteri di regola “irlandese” o “colombaniana” specie dopo Carlo Magno ed attorno al X secolo. Poi vi è la diatriba tra gli storici, se sia stato veritiero il documento di esenzione dell’Abbazia di Bobbio poi scomparso con le attribuzioni di molte località fra Mezzano e Piacenza poi disconosciute dalla diocesi piacentina contro il monastero bobbiese. L’unico documento storico riconosciuto riguarda la donazione della chiesa di S. Brigida d’Irlanda a Bobbio dal vescovo irlandese di Fiesole S. Donato. Si sa solo che per tanti secoli l’esenzione e le proprietà furono riconosciute e poi cambiò tutto attorno al X secolo.
    I soliti “misteri” bobbiesi o forse qualcosa di più ?
    Forse con una ricerca dei resti della storica Abbazia approfondita si potrà dirimere ogni dubbio o incrementarne… vedremo.

    Gian Luca Libretti – Settimanale “La Trebbia” e Amici di San Colombano di Bobbio.

  3. bellini marcel

    buon giorno sono bellini marcel mitrovo ifrancia dal 1948 leggo i libri
    della val tolla molto interessanti le mie radice sono del montedi veleia mi a fatto tanto piacere a tutta quella storia que non conosevo
    rigrazzio tanto tutti queste brave persone di questi ricordi

    • caro Marcello,
      siamo lieti di poterti essere vicini attraverso il nostro blog.
      La valtolla è molto attiva e vi somno parecchi blog che parlano di essa….
      stiamo preparando un nuovo numero della rivista “quaderni della valtolla” che dovrebbe uscire in autunno.
      a presto.

  4. Pingback: Il dio errante | Pagine Azzurre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: